Passo dopo passo, camminare conduce lontano

Mettere un piede davanti all‘altro è un gesto tutt'altro che scontato: prevede l'attitudine all’ascolto, all'accoglienza, all'accettazione del fluire lento del tempo, necessita di uno stato d’animo aperto ad entrare in connessione con la natura, ad affinare i sensi.

Se praticata con consapevolezza e costanza la camminata è uno degli atti più rigeneranti che esistono per l'uomo.

Ti è mai capitato, dopo una passeggiata nel verde e nel silenzio, di sentirti più rilassato e presente? Io penso di sì!

Camminare è un gesto acquisito entro il terzo anno di vita, spesso compromesso in età adulta a causa di cattive abitudini, soprattutto per effetto di una vita sedentaria. È estremamente importante recuperare la naturalità del gesto, così da migliorare l'efficienza fisica e aumentare il livello di consapevolezza.

"Chi sono? Dove mi muovo?"

Imparerai che camminare è una modo di ESSERE, non solo un mezzo per raggiungere la meta!

..Perché camminare fa bene!

Fa bene alla salute

Camminare è il miglior antidoto alla sedentarietà: la sedentarietà è causa di malattie!

Secondo alcune ricerche camminare è un'attività molto efficace per curare e prevenire colesterolo e controllare il diabete (Vasular Biology), infatti abbassa la pressione sanguigna, riduce il rischio d’infarto, alza il livello di colesterolo “buono”.

Inoltre è un’attività che può praticare chiunque, ovunque e in ogni momento, non necessita di attrezzatura speciale: bastano un paio di scarpe idonee e la propensione al benessere. Camminare tonifica i muscoli, aiuta a perdere peso, a ridurre la massa grassa e rende più elastici!



Fa bene alla mente

Camminare stimola le funzioni cerebrali e contribuisce a prevenire la depressione.

Passeggiare aumenta l’efficienza fisica, permette al cervello di stimolare la memoria a breve termine, regola il ritmo nell’elaborazione dei pensieri e giova all'umore producendo, grazie al movimento, un senso di piacere privo di stress che dona benessere a tutto il sistema. Inoltre induce a cambiare prospettiva, a stare all'aria aperta, dove il pensiero viaggia libero, ad ampliare gli orizzonti, a trovare nuove e creative soluzioni!

Camminare è una vera e propria doccia di serotonina, rivitalizzante e piacevole: alimenta il buonumore e facilita le relazioni!

Fa bene al corpo

Camminare stimola il sistema cardiocircolatorio, riducendo notevolmente l’incidenza di alcune patologie. Essendo un’attività a basso impatto, non sottopone cuore e articolazioni a sforzi o carichi eccessivi.

Non solo: migliora il funzionamento dell'apparato digerente, riduce i livelli di ansia e aiuta il riposo, donando un sonno profondo e ristoratore. Inoltre camminare ha effetti sul sistema immunitario: lo ha dimostrato una ricerca dell’Appalachian State University, da cui è emerso che camminare ogni giorno per 40-45 minuti a passo veloce rafforza le difese immunitarie.

In particolare nelle donne, più soggette ai problemi legati all'osteoporosi, stimola la densificazione ossea e aiuta a mantenere l’elasticità del tessuto fasciale profondo delle anche, riducendo il rischio di fratture al femore.

Camminare aiuta, passo dopo passo, ad uscire dal circolo vizioso per entrare in un circolo VIRTUOSO, fisico e mentale. Alimenta la fisiologica attitudine al benessere, resettando gli schemi mentali e ripristinando la naturale inclinazione all'autoguarigione.

Non resta che partire e intraprendere questo viaggio dentro di sé, un passo alla volta.




2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti